Ritratto di Marco De Vincenzo
Fashion

Marco De Vincenzo è il nuovo direttore creativo di Etro

Un giovane talento della moda italiana, Marco De Vincenzo, chiamato alla direzione creativa di Etro

Marco De Vincenzo sarà il nuovo direttore creativo della storica griffe Etro, a partire dal 1 giugno 2022. A lui saranno affidate la linea donna, uomo e casa a partire dalla collezione 2023.

De Vincenzo è uno di quegli stilisti che se li conosci, inevitabilmente ti lasciano qualcosa dentro. Durante il suo percorso da stilista indipendente, infatti, ha dimostrato la capacità di interagire con la sua clientela senza farsi influenzare dalle tendenze imposte dal mercato. Personalmente lo sentii qualche anno fa, quando mi misi in testa di promuovere i giovani talenti della moda italiana. Lo conobbi grazie all’inserto dedicato agli young fashion talents, in allegato su Vogue Italia. Ricordo che tra le pagine di quella edizione c’era anche Luca Larenza, oggi tra i brand più influenti della moda uomo. Ci sentimmo per un’intervista. Credo fosse tra le prime che rilasciava; per me era certamente un debutto (o qualcosa di simile).

Veronica Etro, dal 2000 alla direzione creativa del marchio di famiglia

Chi è Marco De Vincenzo

Franca Sozzani, direttore di Vogue Italia, lo notò subito. Dedicò un buon trafiletto sulla sua biografia in seguito alla premiazione come talento dell’anno per “Who Is on Next?” edizione 2009, la prima. Messinese, classe 1978, lo stilista si diploma all’Istituto Europeo di Design di Roma, nel 2000. Una breve gavetta e poi il primo incarico di rilievo nel team creativo di Fendi accessori, alla co-direzione creativa di Karl Lagerfeld. Il 2009 è il trampolino di lancio per il fashion designer. Si aggiudica il premio indetto da Vogue Italia in collaborazione con AltaRoma, lancia la sua prima linea di moda donna e sfila in passerella, debuttando a Parigi. In un’intervista dichiarò: “La mia moda è concetto … La mia moda è materia“. L’estetica convince, il suo nome appare su riviste nazionali e internazionali del settore come designer da tenere d’occhio; LVMH capta le sue potenzialità tanto da acquisire, nel 2014, il marchio Marco De Vincenzo. Tanto è vero che la sua etichetta è distribuita non solo in Europa ma anche in Corea, Giappone e negli Stati Uniti.

Marco De Vincenzo, alcuni look della collezione primavera/estate 2017
Alcuni look della collezione SS 2017

Finisce l’egemonia della famiglia Etro

Il marchio Etro è stato fondato a Milano nel 1968 da Gimmo Etro. Al suo addio alle scene, l’impresa di famiglia passa nelle mani di Gerolamo, Kean e Veronica (gli ultimi due alla direzione creativa del marchio). L’etichetta, che si è affermata grazie al motivo paisley dall’estetica orientaleggiante, dal luglio del 2021 è passata nelle mani del terzo uomo più ricco del mondo, Bernard Arnault (CEO di LVMH). La quota di maggioranza, infatti, è stata ceduta al fondo L Catterton Europe, family office del magnate della moda francese che nel suo portfolio ha anche Dior, Fendi, Givenchy, Celine, Bulgari, Marc Jacobs, Loro Piana, Emilio Pucci e Louis Vuitton (per citarne alcuni).

Fabrizio Cardinali, Chief Executive Officer di Etro, annuncia la nuova nomina, commentando: “Nell’ambito del nuovo corso del brand, accogliamo con entusiasmo l’ingresso di Marco De Vincenzo. Grazie alla sua sensibilità per colori, stampe e tessuti, siamo sicuri che Marco saprà interpretare al meglio lo straordinario heritage di Etro con nuove declinazioni per le diverse collezioni del brand, dando anche un nuovo impulso al mondo degli accessori“.

I nostri migliori auguri a Marco De Vincenzo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

La maschera di Balenciaga? Cavalcare l’onda della provocazione

Il nuovo libro su Louis Vuitton svela le meraviglie della sua casa/laboratorio di Asnière-sur-Seine

Dior Cruise 2022: l’iconica Vibe Bag e l’atteso docu-film

Ho fondato Volgare Italiano per un clic sbagliato. Senza ragionarci e senza la consapevolezza di averlo fatto. Ho lavorato sempre per gli altri avendo poca soddisfazione. Gli anni nell'editoria legata alla moda, bastano. Ora è il momento di guardare avanti. Sono un sagittario, capirete.