Metaverso Dolce&Gabbana
Fashion

Dolce&Gabbana sempre più lanciata nel Metaverso

La moda corteggia l’NFT. Dolce& Gabbana si lancia nella sfida del Metaverso per tanti vantaggi alla sua community

Il futuro della moda è sempre più digitale. Lo dimostra la griffe Dolce&Gabbana che corteggia, serratamente, il Metaverso. Per creare la prima community NFT, la griffe di Stefano Gabbana e Domenico Dolce collabora con Unxd: un marketplace del lusso che permette, alla sua comunità, di usufruire vantaggi sia nel virtuale sia nel mondo reale. La collaborazione tra le parti è attiva dall’agosto scorso con la collezione Genesi (la nascita di una nuova realtà per la griffe?) composta da nove pezzi e venduti, esclusivamente, sulla piattaforma. La prima linea, in assoluto, che unisce il fisico al metafisico, l’alta sartoria al digitale.

Dolce&Gabbana e Unxd. Cofanetto Gold
Dolce&Gabbana e Unxd

Con il metaverso di Dolce&Gabbana si apre una nuova era per la moda?

Così, la moda vive una nuova epoca dove la realtà è scavalcata di gran lunga dalla fantasia. E ci invita a superare ogni confine. La chiamano sfida perché, dopotutto, del solito ci si annoia. Il Metaverso, dunque, permetterebbe di vivere una nuova esperienza andando, quindi, a insidiarsi nel quotidiano. C’è da aspettarsi, dunque, che in un futuro non molto lontano, i front row saranno semivuoti e che tutti, anche i non addetti ai lavori, potranno vedere in anteprima la sfilata come a presenziare in uno show fisico.

In una nota, la maison dichiara: “Per Dolce&Gabbana la moda è sempre stata una fusione di mondi molto distanti tra loro, e le nuove tecnologie hanno ispirato la visione di Domenico Dolce e Stefano Gabbana fin dall’inizio. Quando la tecnologia è al servizio delle persone e dei loro sogni, diventa uno strumento ancora più potente“.

A fargli eco, Shashi Menon, ceo di Unxd: “Dopo il successo ottenuto a settembre con Collezione genesi, la community Nft#DGfamily rappresenta un punto di svolta nel futuro della moda e degli Nft. Dolce&Gabbana e Unxd sono entusiasti di essere parte attiva di questa comunità e di creare qualcosa di davvero speciale“.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

La battaglia di Versailles della moda al Met Gala 2022

Intervista alla designer Francesca Liberatore a poche ore dalla Milano Fashion Week

Steve McQueen in mostra all’Hangar Bicocca di Milano

Ho fondato Volgare Italiano per un clic sbagliato. Senza ragionarci e senza la consapevolezza di averlo fatto. Ho lavorato sempre per gli altri avendo poca soddisfazione. Gli anni nell'editoria legata alla moda, bastano. Ora è il momento di guardare avanti. Sono un sagittario, capirete.