Love Brings Love, la mostra che celebra Alber Elbaz

Alber Elbaz. Look Van Noten

Palais Galliera, dal 5 marzo al 10 luglio 2022, celebra Alber Elbaz con la retrospettiva Love Brings Love

Una retrospettiva unica nel suo genere, che solo una città davvero legata alla moda come Parigi, può offrire al suo visitatore. Nella storia della moda, infatti, non è comune leggere, tra le righe, di un collettivo che ha omaggia un collega. Alber Elbaz, il piccolo e grande creatore della moda continua a seminare del bene, anche dopo la sua morte avvenuta il 24 aprile del 2021.

Ritratto in bianco e nero di Alber Elbaz
Ritratto realizzato da Stéphane Gallois. 2020

Love Brings Love, questo era il motto del designer di origini marocchine, è motivo di orgoglio tra i francesi; un’esposizione collettiva frutto di un evento, quello del 5 ottobre scorso tenutosi durante la Paris Fashion Week, che ha valorizzato il lavoro di un grande designer che si è distinto per un’innovazione che non ha smesso di nutrirsi della tradizione sartoriale.

Non deve stupire, quindi, che quarantasei tra designer e marchi, abbiano voluto partecipare a un tributo globale, che verrà ricordato per la sua ambizione.

Alber Elbaz Tribute: perché la moda rende omaggio allo stilista?

Jean Paul Gaultier. Mini abiti con cuore 3D
Il look firmato da Jean Paul Gaultier

Elbaz nasce in Marocco nel 1961 ma cresce in Israele. Dopo essersi laureato allo Shenkar College in fashion design, si trasferisce a New York dove diventa assistente senior dello stilista Geoffrey Beene. Successivamente, presenta la sua prima sfilata di prêt-à-porter femminile per Guy Laroche, nel 1997. Due anni dopo, nel 1999, viene chiamato a dirigere la linea Yves Saint Laurent Rive Gauche. Qui vi rimane per un breve tempo, mantenendo lo stile del fondatore.

Mini abito gold. Maison Margiela
Maison Margiela

Per la maison propone diversi giochi di contrasto come gli smoking con pantalone alla zuava tagliato al ginocchio. Dal 2001 al 2015, entra in Lanvin, incaricato da Pierre Bergé a riportare al successo la più antica casa di moda francese. Prevalgono toni rassicuranti, eleganti, con fiocchi voluminosi, lunghi strascichi e tante balze. Dalla sua uscita di scena in Lanvin, Alber Elbaz non riceverà nomine di rilievo tanto da gettarlo nello sconforto. Il suo nome compare spesso sulle pagine delle riviste di settore come probabile sostituto di poltrona ma nulla verrà mai confermato. Le collaborazioni con H&M nel 2013 e Tod’s nel 2019, una Légion d’Honneur nel 2016, il suo progetto di collettivo, nel 2021 e poi, la prematura morte a pochi mesi dal lancio del suo progetto.

Smoking con pantalone capri. YSL
Saint Laurent. Vaccarello interpreta lo smoking di Elbaz

L’esposizione, resa possibile grazie alla partecipazione di AZ FACTORY e al supporto di RICHEMONT, è organizzata da Alexandre Samson: curatore delle collezioni di haute couture e design contemporaneo del Palais Galliera, assistito da Juliette Chaussat.

Abito surrealista firmato da Schiaparelli
Schiaparelli interpreta Alber Elbaz

L’elenco degli stilisti e delle griffe che hanno partecipato al progetto.

ALAÏA, Pieter Mulier / ALEXANDER MCQUEEN, Sarah Burton / AZ FACTORY, Alber Elbaz / BALENCIAGA,  Demna Gvasalia / BALMAIN, Olivier Rousteing / BOTTEGA VENETA; Daniel Lee / BURBERRY, Riccardo  Tisci / CASABLANCA, Charaf Tajer / CHLOE, Gabriela Hearst / CHRISTIAN DIOR; Maria Grazia Chiuri / CHRISTOPHER JOHN ROGERS; Christopher John Rogers / COMME DES GARÇONS, Rei Kawakubo / DRIES  VAN NOTEN, Dries Van Noten / FENDI, Kim Jones / GIAMBATTISTA VALLI, Giambattista Valli / GIORGIO ARMANI,  Giorgio Armani / GIVENCHY, Matthew M. Williams / GUCCI, Alessandro Michele / GUO PEI, Guo Pei / HERMES,  Nadège Vanhée-Cybulski / IRIS VAN HERPEN x ADOBE, Iris Van Herpen / JEAN PAUL  GAULTIER, Jean Paul Gaultier / LANVIN, Bruno Sialelli / LOEWE, Jonathan Anderson / LOUIS VUITTON,  Nicolas Ghesquière / MAISON MARGIELA, John Galliano / OFF-WHITE, Virgil Abloh / RAF SIMONS, Raf  Simons / RALPH LAUREN, Ralph Lauren / RICK OWENS, Rick Owens / ROSIE ASSOULIN, Rosie Assoulin /  SACAI, Chitose Abe / SAINT LAURENT, Anthony Vaccarello / SCHIAPARELLI, Daniel Roseberry / SIMONE ROCHA,  Simone Rocha / STELLA MCCARTNEY, Stella McCartney / THEBE MAGUGU, Thebe Magugu / THOM BROWNE,  Thom Browne / TOMO KOIZUMI, Tomo Koizumi / VALENTINO, Pierpaolo Piccioli / VERSACE, Donatella Versace  / VETEMENTS, Guram Gvasalia / VIKTOR & ROLF,

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

La mostra di Fendi a Roma, un lusso da visitare

Yves Saint Laurent celebrato con una mostra itinerante

Stefania Carpentieri

Ho fondato Volgare Italiano per un clic sbagliato. Senza ragionarci e senza la consapevolezza di averlo fatto. Ho lavorato sempre per gli altri avendo poca soddisfazione. Gli anni nell'editoria legata alla moda, bastano. Ora è il momento di guardare avanti. Sono un sagittario, capirete.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.