Biografia Simone Rocha: il volto nuovo della moda

Ritratto di Simone Rocha

La designer Simone Rocha nasce a Dublino nel 1986.

Simone è figlia di John Rocha, stilista irlandese di origine cino-portoghese, eletto Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico per il suo contributo nell’industria della moda del suo Paese.

Simone muove i primi passi nella moda proprio nell’atelier del padre contrario, inizialmente, della scelta di seguire le orme paterne come da volontà della figlia.

All’età di undici anni inizia a prendere confidenza con i segreti della sartoria, a quattordici anni diventa assistente e all’età di diciassette anni lavora a stretto contatto con i genitori.

È lo stesso John, dopo le insistenze della figlia, a invitarla a studiare nella prestigiosa Central Saint Martin College of Art and Design di Londra, con la professoressa Louise Wilson.

A soli due anni dal conseguimento della laurea, Simone Rocha debutta, nel 2012, con la sua prima collezione durante la London Fashion Week.

Nel 2014, Simone firma un accordo con l’etichetta statunitense J Brand per la quale disegna quattordici capi in jeans, dall’allure romantica e accomunati da dettagli in ruches.

Simone Rocha, un look in tulle e fiocchi per la capsule collection per H&M
Un esempio di gotico nelle collezioni di Simone Rocha

I riconoscimenti a Simone Rocha

Nel 2013 è stata premiata ai British Fashion Awards come Talento Emergente nel ready-to-wear e nel 2014 riceve il “The New Establishment Award”, premio indetto dal British Fashion Council.

Più recentemente, durante i Fashion Awards del 2016 riceve il British Womenswear Designer Award l’Harper Bazaar Designer of Year Award 2016.

Il suo marchio di moda entra nelle boutique più influenti del mondo: 10 Corso Como a Milano, Dower Street Market, Colette a Parigi, Ikram a Chicago, Browns, Seoul e Shangai.

Nel febbraio del 2017 inaugura il suo primo store a New York, nel popolare quartiere di Soho.

È stata la stessa stilista ad arredare gli interni del negozio introducendo, nei suoi spazi, opere di Robert RauschenbergLouise Bourgeoise e Ren Ri.

Potrebbe iteressarti anche

Moda Sostenibile. Sarà rispettato l’obiettivo del Fashion Pact fissato al 2050?

Stefania Carpentieri

Ho fondato Volgare Italiano per un clic sbagliato. Senza ragionarci e senza la consapevolezza di averlo fatto. Ho lavorato sempre per gli altri avendo poca soddisfazione. Gli anni nell'editoria legata alla moda, bastano. Ora è il momento di guardare avanti. Sono un sagittario, capirete.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.